Quali sono i fattori di rischio legati al COVID-19 per i diabetici?

Scopri di più sull'impatto che il COVID19 può avere sui diabetici per essere il più preparato possibile durante l'ondata di contagi. Sapere è potere!

Reading time: 
5
minutes
Published: 
November 2, 2021

Qual è stato l'effetto generale della pandemia?

Diciotto mesi dopo l'inizio della pandemia a causa del virus COVID-19, gli studi epidemiologici indicano che il diabete contribuisce in modo centrale alla grave morbilità da COVID-19. Al contrario, il COVID-19 ha avuto un effetto devastante sulla popolazione affetta da diabete. In uno studio multinazionale sui paesi industrializzati durante la prima ondata della pandemia, i tassi di mortalità complessivi erano del 18% superiori a quelli degli anni precedenti. Dei casi in eccesso, il 75-80% è stato ufficialmente attribuito a COVID-19. Le cause del restante 20-25% non attribuito al virus COVID-19 non sono state stimate con precisione, ma sono probabilmente una combinazione della sottostima del COVID-19 e impatti indiretti della pandemia. Ad esempio, il trattamento ritardato o il sotto-trattamento di altre condizioni causano un aumento di altre cause di morte.

L'eccesso di mortalità rispetto alle tendenze storiche era del 51% più alto nei pazienti affetti da diabete di tipo 1 e del 64% in più nei pazienti affetti da diabete di tipo 2, con circa due terzi dei decessi ufficialmente attribuiti al COVID-19. Poiché la mortalità eccessiva correlata al virus COVID-19 nella popolazione generale è stata del 20% circa, ciò significa che le ondate di COVID-19 hanno avuto più del doppio dell'impatto sulle popolazioni affette da diabete.

Predittori di morbilità e mortalità correlate al virus COVID19 tra le serie di casi con diabete

Una revisione sistematica che ha incluso 22 studi sui predittori della gravità e della mortalità del COVID-19, ha rilevato che sesso maschile, età, diverse condizioni di comorbidità, uso di insulina e diversi predittori di laboratorio al momento del ricovero, inclusi livelli elevati di glucosio, conta dei globuli bianchi, conta dei neutrofili, e il conteggio dei linfociti siano tutti significativi. Essere in sovrappeso o obesi era associato ad un aumento del rischio del 30% di esiti COVID gravi, ma non era associato alla mortalità. L'uso di metformina tendeva ad essere associato ad un rischio ridotto sia di gravità del COVID-19 che di mortalità. Da notare che la durata del diabete, il fumo, l'ipertensione e il cancro concomitante non sono stati associati alla gravità del COVID-19 o alla morte tra i ricoverati in ospedale per COVID-19. I risultati suggeriscono che tra la popolazione adulta, di qualsiasi età, gli individui con diabete di tipo 1 hanno almeno lo stesso rischio di conseguenze negative correlate al COVID-19 di quelli con diabete di tipo 2.

Rischio di morbilità e mortalità tra gli individui ricoverati

La prevalenza del diabete è particolarmente allarmante tra i giovani e gli adulti di mezza età, che si riflette in 14 stati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie COVID-NET, dove gli adulti ospedalizzati di età compresa tra 50 e 64 anni avevano una prevalenza di diabete (32%) così alta come quelli di età pari o superiore a 65 anni (31%). Inoltre, un esame più attento rivela un'elevata prevalenza di diabete precedentemente non diagnosticato tra le persone ricoverate in ospedale per COVID-19, in cui l'iperglicemia e la diagnosi potrebbero essere state precipitate dall'infezione da COVID-19.

In media, il 33% degli individui ricoverati con grave morbilità correlata al COVID-19 e il 39% dei decessi aveva il diabete. Tra gli individui con diabete, il 21-43% ha sviluppato una malattia grave (cioè distress respiratorio, ventilazione meccanica, ricovero in unità di terapia intensiva) e la mortalità variava dal 24% al 29%. Gli studi che esaminano i risultati del trattamento specifico hanno scoperto che il diabete è un potente predittore della necessità di ventilazione meccanica invasiva, ossigenazione extracorporea della membrana e terapia sostitutiva renale continua.

Qual è stato l'impatto indiretto del COVID-19 sulla popolazione affetta da diabete?

Per la maggior parte delle persone, gli effetti più profondi della pandemia non sono l'infezione da coronavirus, ma piuttosto il diverso ed esteso sconvolgimento sociale che la pandemia ha causato attraverso cambiamenti al funzionamento del sistema sanitario, ai comportamenti e al supporto della comunità; cambiamenti ambientali; o lo stress causato della malattia da COVID-19 sui membri della famiglia. Ciò potrebbe avere effetti indiretti negativi sull'individuazione, la prevalenza e la gestione del diabete e di altre condizioni, peggiorando o migliorando i comportamenti di salute e l'autogestione. Riconoscere gli effetti indiretti della pandemia dovuti alla schermatura e ai cambiamenti nelle routine è particolarmente importante per comprendere le future esigenze di salute pubblica della popolazione con diabete.

A seconda delle politiche locali, il passaggio al lavoro da casa e la chiusura o l'accesso ridotto a negozi di alimentari, ristoranti e fast food potrebbero avere effetti sia a breve che a lungo termine sulla qualità della dieta, nonché sulle abitudini come l'attività fisica e sull'autocontrollo del diabete. Il consumo di pasti fatti in casa e frutta e verdura è aumentato, ma anche l'assunzione di comfort food, spuntini, numero di pasti consumati al giorno e assunzione complessiva di cibo. Altri studi hanno rilevato un aumento del consumo di dolci del 20-40%. Inoltre, 64 studi hanno osservato un cambiamento nell'attività fisica; la maggior parte degli studi ha notato un calo di tutta l'attività fisica e un aumento del comportamento sedentario, ma ha anche fatto segnare un aumento dell'attività fisica nel tempo libero. Una meta-analisi ha rilevato che il 32% della popolazione ha problemi di sonno, ma non ha valutato i cambiamenti durante la pandemia.

Cosa fare per prevenire il problema?

Per fare del nostro meglio e proteggere la nostra salute, dobbiamo condurre uno stile di vita corretto e gestire il nostro diabete consapevolmente. Poiché il diabete è un rischio maggiore durante la pandemia, vale la pena seguire "le regole del gioco". Poiché il virus COVID19 può cambiare la tua routine quotidiana in modo negativo, è più probabile che tu sia a maggior rischio di un cattivo esito della malattia. Per ridurre i fattori di rischio, possiamo utilizzare diverse tecnologie per gestire il diabete in modo appropriato, come glucometri, pompe per insulina e applicazioni di registrazione dati. Una delle applicazioni di registrazione dati più straordinarie, con caratteristiche uniche che i competitor non hanno, è DiabTrend.

Per porre attenzione sull'alimentazione, l'attività fisica di adeguata intensità e regolarità, salute mentale, ripetizione sistematica della glicemia e del dosaggio di farmaci/insulina su base giornaliera, anche in tempi così difficili, è consigliabile scegliere DiabTrend. Aiuta a sviluppare uno stile di vita consapevole e sano e fornisce molte informazioni utili per quanto riguarda il trattamento del diabete. Se sei interessato, non esitare a provare questa app!



Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.diabtrend

iOS: https://apple.co/3tjh734

O iscriviti tramite computer: https://app.diabtrend.com/

Handle your diabetes smartly!

Start DiabTrend

Other posts about diabetes